Nello specchio della morte

Quando

Di martedì ogni 15 giorni
dalle 20 alle 22 ca.:

  • 3 e 17 novembre
  • 1 e 15 dicembre
  • 12 e 26 gennaio
  • 9 e 23 febbraio

Tra una sessione e l’altra saranno proposti brevi incontri online di pratica e condivisione

Dove

online mediante piattaforma “zoom”

Quota di partecipazione

80 € (corso)
20 € (quota associativa Rigpa Italia)

Registrazione

a breve le info

Informazioni e contatti

info@rigpa.it
347 614 5728 (Anna)
347 57 42 345 (Marzia)

Introduzione alla comprensione della morte e del morire
nel buddhismo tibetano

3 novembre 2020 – 23 febbraio 2021

8 sessioni in collegamento online mediante piattaforma zoom

Serata di presentazione del Corso il 20 ottobre alle ore 20, mediante piattaforma zoom
Qui potete vedere una sintesi della serata di presentazione del corso.

Questo corso è un’introduzione alla comprensione della morte e del morire secondo il buddhismo tibetano e offre una visione della saggezza pratica e della sacra ispirazione di questa tradizione. Il corso riunisce gli insegnamenti essenziali su questo tema contenuti nel Libro Tibetano del Vivere e del Morire e nei video-insegnamenti di Sogyal Rinpoche.

Il corso offre anche delle linee guida essenziali sulla meditazione e sulla pratica del P’howa essenziale, una pratica di guarigione e per il momento della morte.

Questo corso è ben più di un resoconto teorico sulla morte e il morire, e include linee guida pratiche che si basano sui molti consigli per il momento della morte impartiti dai maestri di buddhismo tibetano.  Sogyal Rinpoche ha riassunto questi consigli in punti cruciali e li ha resi al contempo personali e applicabili universalmente.

Il corso spiega anche come accompagnare al meglio qualcuno prossimo alla morte e come aiutare il morente ad incontrare la morte non a mani vuote, ma rassicurato da un supporto amorevole e da sollecitudine,  con pace mentale e anche con fiducia.

A chi si rivolge questo corso?
Il corso si rivolge a chiunque desideri approfondire il tema della morte e del morire secondo la prospettiva del buddhismo tibetano, sia che si tratti di persone che non conoscono la meditazione o il buddhismo, sia studenti di meditazione, o studenti appartenenti ad un mandala o che provengono da altre tradizioni. L’universalità del messaggio di questi insegnamenti può portare beneficio a chiunque sia interessato ad esplorare il tema.

Mindrolling Jetsün Khandro Rinpoche parla della morte e spiega perché è importante non ignorarla, ma accettarla.
(il video ha sottotitoli in italiano da selezionare tramite la barra del menù del video)

Istruttori
Il corso è condotto da istruttori di Rigpa secondo gli insegnamenti di Sogyal Rinpoche sulla morte e sul morire.

Formato
Il corso consiste di otto sessioni con cadenza quindicinale di circa due ore.

Struttura delle sessioni
Ogni sessione prevede i seguenti elementi: (i) contemplazioni, periodi di meditazione e pratiche guidate; (ii) insegnamenti; (iii) condivisioni di gruppo; (iv) studio ed integrazioni nella vita quotidiana.

Contenuti
Le sessioni offrono un programma di insegnamenti che copre i seguenti punti chiave:

  • Comprendere l’impermanenza e la morte e consigli del cuore per il momento della morte
  • Linee guida su come fare le contemplazioni
  • Una comprensione della mente e di come lavorarci  
  • L’approccio graduale alla meditazione: shamatha di base (osservare il respiro)  
  • Alcuni aspetti di preparazione emotiva e pratica alla morte
  • Alcuni elementi sull’accompagnamento di un morente
  • Linee guida sulla pratica del phowa essenziale

Come continuare
In continuità con questo corso, da metà marzo Rigpa proporrà il nuovo corso sull’Accompagnamento Spirituale o Empatico del Fine Vita

La visione buddhista del vivere e del morire

attraverso cui scoprire la logica e l’attualità degli insegnamenti buddhisti, la praticità della meditazione e della compassione fino ad avere gli strumenti per accompagnare noi stessi e gli altri nei periodi di sofferenza e nel fine vita.

 

0
Il tuo carrello